Mare‎ > ‎Snorkeling‎ > ‎

Area Marina Protetta di Bergeggi - snorkeling

A poca distanza da Finale Ligure troviamo l’Area Marina Protetta dell’isola di Bergeggi la quale, insieme all’AMP di Portofino e all’AMP delle Cinque Terre, è uno dei punti più interessanti dell’intera Riviera dove effettuare immersioni e snorkeling. 
Quest’area è stata istituita nel 2007 con l’obiettivo di tutelare e valorizzare le caratteristiche naturali e la biodiversità dell’ambiente marino e costiero. 
La gestione dell'Area Marina Protetta è stata affidata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare al Comune di Bergeggi a cui spetta il compito di disciplinare le condizioni di esercizio delle attività consentite. 
A tal proposito vi raccomandiamo di prendere visione del regolamento sul sito: http://www.ampisolabergeggi.it

AMP Isola di Bergeggi settore B – dal Canalone al Pifferaio (e viceversa) 

Livello escursione: da facile a media

Età minima: 8 anni

Abilità richieste: buona capacità natatoria ed ottima acquaticità

Indicazione area: 44.236 N, 8.447 E
                            44.234 N, 8.442 E


Con partenza in barca da Spotorno raggiungiamo l’Isola di Bergeggi, da qui ci tuffiamo, insieme ai sub, per cominciare la nostra escursione intorno all’isola (settore B). Facilmente ci troveremo subito circondati da tantissime castagnole, saraghi e occhiate. Nei ripari rocciosi dell’isola potremo incontrare delle piccole cernie, anthias, giovani castagnole dal colore blu elettrico, stelle marine. Mentre spostandoci sul fondale sabbioso potremo incontrare dei polpi e proseguendo verso la spiaggia potremo ammirare la rigogliosa prateria di posidonia che offre nascondiglio a molti giovani pesci, (come una sorta di “nursery”). Prima di raggiungere la punta del Pifferaio incontriamo una suggestiva piccola grotta. Dopo una sosta ad ammirare il fondale ed i pesci che abitualmente popolano l’area del Pifferaio, possiamo scegliere di tornare alla barca o semplicemente di farci venire a prendere.



Grotta Marina – Punta Predani 

Livello escursione: da facile a livello esperti

Età minima: 8-12 anni

Capacità richieste: buona capacità natatoria ed ottima acquaticità

Indicazione area: 44.244 N, 8.443 E
                            44.240 N, 8.446 E


Con partenza dalla spiaggia di Bergeggi, ci dirigeremo verso gli scogli di Punta Predani, mantenendo la costa sulla nostra destra, passando dal fondale sabbioso a quello roccioso fino a raggiungere le pareti verticali di Torre del Mare dove, poco più avanti si apre la Grotta Marina di Bergeggi, il cui ingresso è regolamentato. Da qui possiamo decidere di rientrare o di continuare verso Punta Predani.
Proseguendo raggiungiamo la baia naturale “spiaggetta dei Predani”, dopo una breve sosta potremo finalmente ammirare il fondale intorno agli scogli di Punta Predani, dominati a monte dalla croce in memoria dell’affondamento del piroscafo britannico ”Transylvania”, colpito il 4 maggio 1917 da 2 siluri lanciati dal sommergibile tedesco U-63 del Comandante Otto Schultze.
Al rientro potremmo decidere di seguire una rotta più diretta nuotando su fondali un po’ più profondi dove si possono fare incontri interessanti di pesci quali dentici o altre specie di passaggio.
In questa parte di area marina protetta, indifferentemente dal giro che decideremo di fare, potremo incontrare: saraghi, polpi, triglie, orate, cernie ma anche stelle marine, anemoni, spirografi e madrepore. 














Comments