Escursionismo‎ > ‎

CALICE - SAN ROCCO - CASTELLETTI

ITINERARIO: CALICE – SAN ROCCO – CASTELLETTI – CALICE

Percorso in auto
(da stazione FF SS di Finale Ligure): si prende la prima uscita a destra, in direzione Ventimiglia. Si procede lungo la strada statale SS1 (via Aurelia) per 350 m, quindi si svolta a destra per immettersi nella Strada Provinciale SP490 e la si percorre fino a raggiungere la rotonda di Finalborgo. Si prende la prima uscita e, superato il tratto in discesa ed il ponte sul fiume Pora, si gira a sinistra entrando nella SP17. Si prosegue fino a raggiungere il centro di Calice Ligure e, appena superata la zona del parco giochi e del Municipio, si svolta a destra in direzione di Carbuta sulla SP 23. Presa “Via Trinchieri” sulla SP 23, si svolta nuovamente a destra e dopo appena 150 m e si entra in “Via Dante Alighieri”. Da qui la strada si restringe. Si superano la Chiesa di Calice Ligure, (che sorge più in basso a destra) ed il Cimitero e, circa 150 m oltre si svolta a sinistra, poi subito a destra, entrando in “Via della Pineta”. Si percorre Via della Pineta fino a raggiungere uno lungo spiazzo sito in prossimità di un alto palo elettrico.
Lunghezza totale del tragitto: 7,5 Km.

Classificazione: percorso di interesse storico e naturalistico - livello medio.
Da località “Campogrande” del Comune di Calice Ligure si segue la sterrata sino a raggiungere la Chiesa di San Rocco poi, da essa, si ridiscende passando per località “Castelletti” compiendo un anello.

Durata: 2 ore e 30 min             Lunghezza: 6,6 Km              Dislivello: 220 m

SEGNAVIA: triangolo rosso. 

Sentiero ben segnato, per buona parte in netta salita, largo e facilmente percorribile.
L’itinerario incomincia dalla località “Campogrande” del Comune di Calice Ligure. La via inizialmente asfaltata, che attraversa i caseggiati, si sviluppa in netta salita sulla sterrata che collega Campogrande a San Rocco.
Lungo questo tratto di 3 Km sono presenti numerose diramazioni ma, per non sbagliarsi, basterà seguire sempre la via principale segnata con un triangolo rosso. Il paesaggio si apre numerose volte, offrendo bei scorci sui colli circostanti, sulla Rocca di Perti ed sul mare.
Dopo circa 1 Km di salita si raggiunge un bivio importante: mantenendosi sulla larga sterrata si prosegue verso San Rocco (via a sinistra). L’ampio sentiero con muretto a secco sulla destra sarà, invece, la via dalla quale ci ricollegheremo al ritorno.
Circa 200 m oltre la deviazione appena descritta si incontra sulla propria destra una Madonnina.
Dopo 2 Km di salita, la via per San Rocco prosegue in falso piano e subito si raggiunge un ampio bivio: si ignora la deviazione in leggera salita a sinistra e si prende la larga sterrata in leggera discesa sulla destra.
Infine, 500 m prima di raggiungere la Chiesa, sorge un trivio: la prima via a destra conduce al prato di Pian Marino; la seconda deviazione a destra raggiunge “Ca de Cia” (località del Comune di Feglino; questo sentiero, “legnaia trail”, in forte discesa risulta spesso frequentato dai bikers); proseguendo dritto arriviamo a destinazione.
Questo ultimo tratto di percorso risulta segnato sia dal solito triangolo rosso che da due pallini rossi, segnavia della Strada Beretta, che arriva da Finalborgo e passa per i Castelli, con la quale ci siamo collegati. Giunti finalmente alla Chiesetta potrete fare una pausa e trovare ristoro alla fontanella.
Terminata la sosta, si procede per circa 1,3 Km sulla sterrata percorsa all’andata fino a raggiungere nuovamente il largo spiazzo/incrocio al termine del quale si prende il sentierino in salita sulla sinistra che attraversa la pineta. Qui cambia il segnavia.

SEGNAVIA: segno giallo, affiancato da un segno rosso ed il segnavia “Sentiero Ermanno Fossati”.

Sentiero ben segnato, in salita, facilmente percorribile.
Si procede per 400 m e la salita termina una volta raggiunta la zona chiamata “Castelletti”, molto suggestiva e panoramica, con rocce a strapiombo sul bosco sottostante. Qui si trova anche un antico riparo, dal quale questa località trae il suo nome.
Da località castelletti è possibile prendere due vie: la prima è un sentierino immerso nella folta vegetazione che discende velocemente il fianco della collina e che si ricollega con la sterrata in corrispondenza della Madonnina vista in precedenza; la seconda, via più ampia ed agevole, è considerata la via più “tradizionale per raggiungere i Castelletti.
Per praticità consigliamo la seconda possibilità. Il segnavia cambia.

SEGNAVIA: Fasce bianco/rosse, Sentiero Ermanno Fossati.

Sentiero ben segnato, facilmente percorribile, in discesa.
Dalle alture della falesia, si procede in facile discesa per circa 600 m fino a raggiungere un incrocio: si prende la via a destra che attraversa un oliveto e si costeggia il muretto a secco fino a ritrovare l’ampia sterrata percorsa all’andata segnata col triangolo rosso. Continuare a scendere fino a ritrovare il punto da dove siamo partiti.

PUOI SCARICARE LA TRACCIA GPS DELL'ITINERARIO QUI:

FILE.gpx                 FILE.tcx



Comments