Escursionismo‎ > ‎

MELOGNO - SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DELLA GUARDIA

ITINERARIO: MELOGNO – MADONNA DELLA GUARDIA

Percorso in auto (da stazione FF SS di Finale Ligure): si prende la prima uscita a destra, in direzione Ventimiglia. Si percorre la strada statale SS1 (via Aurelia) per 350 m, quindi si svolta a destra per immettersi nella strada statale SP490 e la si percorre fino a raggiungere la rotonda di Finalborgo. Si sceglie la seconda uscita, continuando dritto sulla SP490 sia alla rotonda di Finalborgo, che a quella successiva dell’autostrada, fino a raggiungere il piazzale della frazione di Gorra. Si prosegue oltre la piazzetta per 11,2 Km sempre sulla SP490, seguendo le indicazioni per “Melogno” ed ignorando altre deviazioni. Si arriva quindi ad un grande incrocio a tre strade che corrisponde al confine di tre comuni: Magliolo, Rialto e Calizzano (zona del “Din”). Qui si parcheggia.
Lunghezza totale del tragitto: 15,6 Km. 

Classificazione: percorso di interesse storico, naturalistico e ricreativo - livello da medio ad alto (per lunghezza e dislivello max).
Alcuni tratti di questo percorso risultano molto frequentati dagli amanti delle escursioni a cavallo. 

Durata: 4 ore             Lunghezza: 13 Km             Dislivello: 410 m

SEGNAVIA: Segnaletica verticale.

Sentiero ben segnalato, largo e facilmente percorribile.
Dal piazzale di partenza si prende la sterrata (direzione Sudest) che subito fiancheggia la “Casa del Mago”. Dopo 250 m si incontra un grande bivio: si sceglie la via indicata a destra che prosegue verso il Santuario di Nostra Signora della Guardia; la strada sulla sinistra, invece, conduce alle “Miniere del Purin”
Si continua quindi sulla larga sterrata che, prima in falso piano ed in seguito in discesa, termina dopo circa 6 Km alla Chiesa della Madonna della Guardia.
Durante la lunga e lenta discesa, che segue la morfologia del territorio, ci si addentra in una vasta pineta. Successivamente, il paesaggio si apre offrendo una bella vista panoramica sui colli circostanti, sul pietrese ed il territorio ingauno, sino al mare.
Ignorare possibili deviazioni lungo la discesa.
Dopo 4,7 Km di discesa si incontrano, accanto alla sterrata, altre vie indicate da dove partono due famosi tracciati MTB della zona, la “Kill Bill” ed il “New Roller Coaster”. Da queste deviazioni, la sterrata compie una lunga curva e continua fiancheggiando il Monte Collarina (602 m.s.l.) fino a raggiungere un incrocio.
Si prosegue tenendo la destra lasciandosi alle spalle la via in netta discesa a sinistra e si prosegue per circa 150 m fino a raggiungere un'altra deviazione con sbarramento per i veicoli.
Si oltrepassa la sbarra e si raggiunge finalmente il Santuario di Nostra Signora della Guardia.
Dalla chiesa, sita sul colle Eze del Comune di Calice, è possibile godere di un bellissimo panorama sul calicese, la Rocca di Perti ed il finalese sino al mare. Qui si può anche effettuare una sosta nell’area pic-nic per bivaccare.

Ripercorrere a ritroso il tragitto per tornare allo spiazzo dove abbiamo parcheggiato.

PUOI SCARICARE LA TRACCIA GPS DELL'ITINERARIO QUI:

FILE.gpx               FILE.tcx

FOTOGALLERY


Comments