Slacklining‎ > ‎

FINALE LIGURE

Di seguito tutti gli spot praticabili nell'area di Finale Ligure





CAPO NOLI
Descrizione
Uno dei posti più tipici e famosi della riviera ligure, protagonista di numerosi spot pubblicitari. Si tratta di una insenatura sul mare alta all’incirca sui 30 m formata solo da roccia.
E’ possibile scalare (qui i settori), ma anche mettere numerose Slackline, tra cui: due 90 m ed una 290 m chiodate da Sam Vollery; una 50 m ed una 40 m chiodate da Sirio Zao e l’associazione Slackline Italia. In alcuni chiodi non sono presenti le piastrine, quindi è bene portarsene qualcuna da casa. 

Avvicinamento
Accesso molto semplice ed intuitivo. L'insenatura si trova esattamente dopo la seconda galleria di Varigotti arrivando da Finale. E’ presente uno spiazzo dal lato monte della strada davanti ad un cancello arrugginito.




FASE REM
Descrizione
Una delle zone più belle di Finale Ligure!
Spiaggia libera molto grande circondata da piccoli e grandi scogli che spuntano dalla sabbia e con una grotta aperta che si affaccia sul mare.
In questo fantastico posto è possibile mettere una Longline da 70 m chiamata Fase REM, una da 40 m raso terra e perfino una easy da 12 m.
Il nome; Fase REM, è nato da chi l'ha liberata, Rudy, Emil, Maurice e da quello che trasmette camminandola in piena pace con il suono delle onde che cullano i pensieri.
Gli ancoraggi sono su roccia con chiodi da 10 mm (portare le piastrine)

Avvicinamento
Arrivando da finale ligure dopo la prima galleria subito sulla vostra destra troverete un enorme spiaggia libera, al di sotto ci saranno varie rocce dove ancorarsi, la linea Fase REM va dallo scoglio più grande fino a sotto la Grotta.




BELVEDERE
Decrizione
Bellissimo posto in cima la collina di San Bernardino dove ci si può godere un panorama mozzafiato e camminare su varie linee da 15 a +-50 m.
Gli ancoraggi sono tutti di tipo naturale con alberi più o meno grandi.

Avvicinamento
Si sale per San Bernardino passando da Via Brunenghi, si prosegue sempre dritti fino ad arrivare quasi in cima alla salita dove troverete un tornante con un grosso spiazzo per le macchine ed un piccolo prato che si affaccia sul mare e su Final Marina.



SALTO NEL PASSATO
Descrizione
Midline che viene montata in occasione della manifestazione Finale For Nepal. Linea lunga 30m a 10m da terra, che gode di un bellissimo panorama storico come il borgo medievale ed in lontananza il Castel Gavone.

Avvicinamento
Possibilità di accedervi solamente durante la manifestazione Finale For Nepal. Linea situata a Porta Testa tra il ponte e gli alberi della piazza.



 
MONTE CUCCO
Descrizione
Prima Highline di Finale Ligure, lunga 40 m e alta 80 m esposta sulla vallata di Feglino. Linea molto impegnativa a livello mentale.
Ancoraggio da entrambi i lati su roccia con spit da 10.

Avvicinamento
Prendere la strada per salire a Monte Cucco e parcheggiare al Base Camp Cucco Base nell’area libera.
Prendere il sentiero che porta al Canyon, arrivati alla fine del Canyon prendere il sentiero sulla sinistra che inizia con una corda, proseguire il sentiero sempre sulla sinistra costeggiando le pareti di arrampicata sottostanti, proseguire dritti fino ad arrivare a destinazione.

 


BORAGNI
Descrizione
E’ un posto “incantato” immerso nella foresta dove poter arrampicare, fare escursioni a piedi ed in mountainbike.
Ora però è possibile praticare anche dell’highline, collegando in due fantastici torrioni all’entrata di Boragni.
Chiodato su roccia da Aron Pagan e Ivan Soddu con spit da 10 mm.
Attualmente sono disponibili due linee, una affianco all’altra, della lunghezza di 65 m e 80 m. Ma presto ne arriveranno altre!

Avvicinamento
Arrivando da Finalpia si prosegue verso Calvisio, si prende la Strada Provinciale 8 e dopo i primi rettilinei si svolta a sinistra prendendo la strada che porta a Località Boragni e Orco Feglino; subito dopo il paesino di Boragni al primo tornante verso destra troverete il parcheggio per la macchina.
Dopo di che prendere la strada in sterrato che si addentra nel bosco, infondo alla strada ci sarà il primo torrione, chiamato il pilastro, il secondo torrione rimane nascosto ed è possibile accedervi proseguendo la strada in sterrato; dopo la curva a sinistra a 50 m sempre sulla sinistra troverete una corda fissa che vi porterà in cima al secondo torrione


Comments